Thursday, February 25, 2010

Syrah '03 Isole e Olena che scoperta!

Era da tempo che volevo fare una cena del genere con il mio amico Martino.
Dopo una lunga lotta (durata 10 minuti) per decidere quale ristorante poteva allietarci con buoni piatti ed una bella bottiglia di vino abbiamo optato per Zenzero.
Il locale empolese ci ha sempre dato soddisfazione sotto questo punto di vista grazie allo chef Tommaso Freschi e il sommelier Fabio Tamburini il quale ci ha fatto scivolare nelle segrete del locale e con meraviglia ci ha portato nella cantina in puro stile “Cantina” :) , semplicemente fantastica, il paradiso per un appassionato di vino.
Dopo un arduo confronto tra Grattamacco ‘98 e un Flaccianello della Pieve ’06 ha spuntarla è il terzo!
Syrah Isole e Olena 2003, il quale confessa “Tamba” se lo era dimenticato.
Quindi felici ci facciamo stappare questa bottiglia speranzosi di aver fatto un’ottima scelta.

Stappata la bottiglia e fatto decantare il vino al primo naso si presentava ancora chiuso, il colore tipico del syrah un rubino abbastanza scuro con riflessi ancora violacei faceva trasparire un’eccellente longevità di questo tipo di vino, correttamente aperto in un secondo momento al naso è risultato molto ampio con sentori di frutta rossa tipici in un vino del genere, di pepe espezie varie, sentori animali che hanno tradito l’esame visivo e facendo trasparire quindi una vecchiaia ormai alle spalle.
In bocca dopo l’esame olfattivo e considerando anche la zona di provenienza me lo aspettavo molto potente, invece mi ha sorpreso con la sua freschezza rotondità ma non per la sua potenza, e ineffetti il syrah non è proprio un sinonimo di potenza. La lunghezza in bocca è grandiosa e il suo tannino ormai ben equilibrato grazie all’età ha dimostrato che Isole e Olena oltre ad un buon chianti Classico e il mitico Cepparello ha in tasca un prodotto di grande bevibilità e molto accattivante anche per un pubblico più internazionale e che magari non ha voglia di aspettare qualche anno per degustare un vino pronto.

Quindi complimenti ad Isole e Olena ma anche al mitico Tamba che mi ha fatto scoprire questo vino e che con molta probabilità cercherò per inserirlo nella mia cantina.

A presto ;)

1 comment:

  1. Io amo lo zenzero

    Mi piaceva la tua storia!

    ciao!!
    Ná Jung

    ReplyDelete

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...