Sunday, May 30, 2010

Al via Classico è


Ieri come molti sanno ha preso il via la settimana del Chianti Classico, potevamo mancare? Assolutamente no!
Ecco perché ieri nel chiantigiano si sono avute apparizioni di una bottiglia vivente marchiata Gallo Nero che camminnava e scriveva su di un taccuino :D .
No non era una spia del Consorzio del Brunello, era il nostro inviato, pronto a catturare ovunque la notizia.
Quindi, a te la linea Alessandro! ;)

Sabato 29 maggio 2010 “Classico è” cominciata. Al via la manifestazione che per una settimana aprirà le porte del territorio più famoso della Toscana a turisti e appassionati, specialisti e addetti ai lavori presentando i suoi prodotti d’eccellenza, la sua storia, passata e presente, l’arte e la cultura: Il Chianti Classico (consultare il nutrito cartellone degli eventi su www.classico-e.it).

A Castellina in Chianti ho partecipato al Seminario “Forza ed Eleganza: Il Gallo Nero di Castellina in Chianti” e, a seguire, ad una piacevolissima degustazione rappresentativa di Chianti Classico condotta dal nostro faro fiorentino, il sommelier informatico Andrea Gori.


Riporto qui di seguito alcuni appunti rubati...

Nella suggestiva Sala dei Capitani all’interno della Torre Medievale nel centro del borgo, con vista panoramica sulle colline circostanti, i campioni di vino osservati si sono presentati tutti con una bella massa colorante dalla tonalità viva e lucente rosso rubino acceso, intenso e consistente i più giovani, rosso granato evoluto le riserve.

In ordine di annata si sono succeduti:

Castellare di Castellina 2008
Sangiovese e Canaiolo dallo stile moderno, con apporto di barrique di secondo e terzo passaggio. Naso speziato dolce, intenso, accattivante di fragola e lampone, poi escono le note floreali, la vena di sangiovese decisa, arancia. Giovane, mordace, con tannino ben presente, allappante, di corpo, ma non netto, fresco minerale e sapido. (Alc.13,5%vol.)

Tenuta di Lilliano 2007
Fattoria storica. Enologo Giulio Gambelli. No barrique, ma macerazione lunga in vasche di cemento. Meno dolce, più scarno al naso; molto minerale, roccioso, note floreali più presenti, viola, lavanda; fruttato di ciliegia. In bocca è duro, sapido, acido che fa salivare, diretto ma comunque elegante, pulito. (Alc.14,5%vol.)

Castello La Leccia 2007
Assemblaggio da vigneti di varie zone. Note fuse dei precedenti vini al naso: spezia dolce, pepe, lampone, fragola, cassis, arancia. In bocca è consistente e coerente al naso, caldo, morbido, fresco, sapido, minerale in sottofondo, buon tannino, pronto da bersi. (Alc.13,5%vol.)

Fattoria Nittardi 2007 da Nectar Dei
Tanta storia alle spalle. Dal 1982 di proprietà tedesca. Cambiamento di stile, più lezioso. Inebriante al naso è netto il floreale di rosa, poi pesca, e ancora lavanda, gelsomino, macchia di bosco, cipria, note agrumate. Vinificato in barrique. Meno potente in bocca ma più elegante, minerale, di beva più immediata. (Alc.13%vol.)

Le Fioraie Riserva 2001
Lavorato secondo la tradizione, è Sangiovese che profuma di territorio, minerale ferroso, ruggine quasi; evoluto complesso e elegante; mix di pout pourri floreale, ciliegia sottospirito, nota balsamica mentolata, smalto, lacca; - solletica più che stordire, sussurra più che gridare -. In bocca è compatto e coerente, senza cedimenti, fresco, sapido, vivo. (Alc.13,5%vol.)

Casina di Cornia Riserva 2001
Al naso è dolce, con note di rabarbaro, arancio, ciliegia in confettura, - è sopra le righe, una poesia di Omar Khayam -, con note minerali ferrose, cuoio, liquirizia, etereo, piacevolmente complesso. In bocca è forte, caldo, sapido, ancora fresco, con sensazioni amare di cioccolato fondente che lo caratterizzano (Alc.15%vol.)



Antico Podere Casanuova Bucciarelli Riserva 2000
Un cult per appassionati! Esplosivo con nota fumé al primo naso, poi erba di campo, fieno, tè, cardamomo, ciliegia accennata, agrumato, floreale, nota ematica , terra, humus e lieve ossidazione elegante. In bocca è ancora coerente, minerale, con buon tannino e freschezza acida, sapido, di buona persistenza, - un vino maschio -, piacevole con piatti di cacciagione, capriolo, coniglio, brasato, ma perfetto anche da meditazione. (Alc.13,5%vol.)



A presto... ;)

1 comment:

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...