Saturday, June 5, 2010

Chateau Greysac Cru Bourgeois Médoc '98


Ah la Francia, e quanta curiosità su questa terra che traspira cultura enologica.
Oggi ho voluto sperimentare un vino del Médoc, zona del Bordeaux dove si trova lo Chateau Greysac. Acquistato per esperimento qualche giorno fa un Cru Bourgeois del '98 proprio di questa azienda comprata nel 1973 dal Barone François de Gunzburg ed un gruppo di suopi amici tra cui l'italianissimo avvocato Agnelli.
I vini Cru Bourgeois fanno parte di una classificazione minore rispetto ai premier cru di Bordeaux, ma come fai a non provarlo? :)
Quindi passiamo alla degustazione...

Nel bicchiere si presenta di un colore granato con unghia leggermente aranciata.
Un vino viscoso e denso nel bicchiere.
Al naso il vino si presenta chiuso, causa gli anni in bottiglia ma si evolve velocemente nel bicchiere assaggio dopo assaggio aprendosi con sentori vinosi che ricordano la cantina, sentori che ben presto spariscono per dare spazio a sentori eterei di lacche e con qualche punta di frutta sotto spirito.
In bocca entra in punta di piedi e così ci rimane. Riempie tuttavia bene la bocca.
Sul finale una punta dolciastra lascia una buona bocca pulita e la persistenza ancora media fa capire che questo vino bevuto al momento giusto può fare la sua differenza.
Un vino che si trova sul mercato a 13€, voto, buono, considerando che è stato bevuto testando proprio la sua resistenza e longevità e trovandolo al limite.

A presto...



1 comment:

  1. e dici bene Jury, i vini vanno assaggiati per giudicarli al di là della provenienza e della classificazione in etichetta; sono materia viva, mai uguali e banali, e che ci sorprendono ogni volta in positivo e avvolte anche in negativo, cmq sempre buoni compagni di vita. Certo è, che la Francia è sempre la Francia. Vive la France! almeno del vino ;)

    ReplyDelete

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...