Sunday, July 4, 2010

Sassicaia e dintorni...

E' caldo si, ma certi gioielli vanno bevuti ogni volta che ci capita l'occasione, e non è sempre il giorno di vivere certe esperienze.
La strada è una delle più famose ed importanti della poesia italiana, il luogo è magico ed il nostro inviato speciale è pronto a raccontarci una delle sue esperienze del terzo tipo con uno dei vini più famosi al mondo.
Chapeau al vino, quando riesce a raggiungere certe vette, e complimenti all'inviato che dopo tutto non se la beve per niente male quindi...
A te le linea Alessandro!!!

Qualche giorno fa sono stato in visita alle nuove cantine della Tenuta San Guido, ospite con la delegazione Ais di Livorno dell’azienda fiore all’ occhiello dell’enologia e della viticoltura toscana più conosciuta nel mondo, appunto la Tenuta San Guido della Famiglia Incisa della Rocchetta. (Chiedo venia al Chianti Classico e Carmignano! E a Pomino e… :). Poco più avanti della sede storica Palazzo San Guido, in località Le Capanne, lungo il poetico Viale dei Cipressi, immersa nella stupenda tenuta di Bolgheri e per l’occasione assolata, adiacente alla storica cantina, si trova la nuova struttura, entrata in funzione due anni fa circa, tutta a mattoncini rossi faccia a vista, lineare e sobria dallo stile vagamente californiano. Bella, ultratecnologica, colma di barriques e… , che dire ancora, le cose si evolvono anche lì più in fretta rispetto al passato.



















Mi sono goduto a pieno il momento e la degustazione degli ottimi vini prodotti a cominciare da Le Difese e Guidalberto 2008, belli colorati, intensi, ricchi di frutto e tannino dolce, con aromi di bocca persistenti, speziati e morbidi ma non eccessivamente piacioni; per passare al Barrua 2006 IGT Isola dei Nuraghi notevole blend di uve del Sulcis a base Carignano, Merlot, Cabernet S., nato in joint-venture con Cantina Santadi e nomi eccellenti del calibro di, uno su tutti, Giacomo Tachis (www.agripunica.it); e infine arrivare a Lui, il Cabernet, Sassicaia, da vendemmia 2007 in procinto di uscire, l’eleganza fatta vino, e di questo mi permetto di dire solamente che si preannuncia un capolavoro, migliore dell’annata precedente (www.sassicaia.com).



A presto... ;)



No comments:

Post a Comment

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...