Friday, October 15, 2010

#Dogliani, sono sbarcati gli alieni nelle langhe

Ed eccoci qua a questa prima giornata di #Dogliani, la rassegna che porterà i partecipanti a conoscere meglio questa DOC langarola che non ha niente da demeritare di fronte al suo cugino dolcetto d'Alba...
Ore 17.45 arrivo con il mio squalo nero nella piazza di Dogliani, appuntamento al Rivera per un aperitivo di benvenuto con tutti gli altri partecipanti alla tre giorni dedicata a questo territorio, molte le facce conosciute.
Rispetto a l'ultima volta che son passato di qua, trovo un clima ed un atmosfera molto più da langhe, foschia e quella temperatura che fa dimenticare i caldi estivi.
Signori per tre giorni Dogliani sarà battuta per lungo e per largo da bloggers ed enoappassionati ed enosnob che cercheranno di dare un loro significato a questa DOCG e capire meglio un territorio pronto a raccontare la propria storia.
Stasera cena dal grande Pecchenino...

Da Dogliani per il momento è tutto, Grappolo Rosso c'è! ed un saluto da Cascina Martina, la cascina immersa nel verde dove alloggerò per questi tre giorni.

Stay tuned...

A presto... ;)

8 comments:

  1. Langhe con la elle maiuscola! sperso tra le brume!! un be' troppo che ti fanno il palloncino!!! ;))

    ReplyDelete
  2. Dolcetto di Dogliani Superiore o Dogliani e ora è soprattutto una Docg. Per quello siete lì! Ue' Borgianni, siamo già ubriachelli?

    ReplyDelete
  3. Stai tranquilla, è dura ma ce la facciamo ;), piuttosto te Francesca, perché non sei venuta??

    ReplyDelete
  4. BLOGGERS, EnoAppassionati ed EnoSnob? (quest'ultima terribile) ma a che scopo tutta questa cosa?

    ReplyDelete
  5. Per conoscere meglio questo territorio e questa nuova DOCG che è Dogliani

    ReplyDelete
  6. Grande #terroir, belle persone, amici, produttori. È stato un vero piacere conoscerti
    A presto Jury

    ReplyDelete
  7. Piacere tutto mio Sandra, bell'evento davvero, dovremmo riproporlo anche in altre zone.

    A presto, forse già a Torino se ci sarai per il salone del gusto

    ReplyDelete

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...