Monday, November 1, 2010

Dolcetto o scherzetto??? Degustazione Verticale Dogliani Bricco Botti Pecchenino

Come non fare un post sul Dolcetto proprio dedicato alla notte di Halloween?
Anche se in realtà il Dogliani si è rivelato negli utlimi tempi sempre più un vino paradisiaco per gli amanti del buon vino si può sicuramente dire che per i vignaioli è un pò una sciagura, dato il durissimo lavoro in vigna che comporta il suo allevamento.
Duro lavoro ma che in questa zona del Piemonte porta un grandissimo risultato. Una finezza nel bicchiere inaspettata e ne è prova vivente proprio la verticale che vogliamo raccontare in questo post.
Buona lettura...
Bricco Botti '95
Prima annata di questo gran bel Dolcetto dal colore granata, brillante nel bicchiere.
Al naso marasca, amarena, profumi intensi di bacche rosse, sentori caldie fini.
In bocca un gran bel tannino, fresco, una buona acidità ancora ben presente. bel cuore di bocca ed un finale pulito e di buona persistenza.
Lascia una bella bocca fresca e pronta al secondo sorso.

Bricco Botti '96
Dal colore granato brillante.
Al naso note dolciastre, una barrique affinatissima, mora e marasca ne fanno la componente principale.
In bocca un tannino setoso, caldo. Un gran bel frutto e bella acidità.
Un finale di bocca bello persistente e fresco.

Bricco Botti '97
Nel bicchiere ha un colore granata con lievi riflessi aranciati.
Ancora un pò chiuso nel bicchiere rispetto ai precedenti, sornione.
Marasca e sentori leggermente eterei, un'uva ben matura si rivela dopo dieci minuti nel bicchiere ma di grande evoluzione. Un bel frutto e sentore di fungo, terra.
Una grande bocca, freschezza e gran tannino sono i valori predominanti.
Ottimo il finale.

Bricco Botti '98
Porpora con riflessi rubino.
Profumi caldi, sentori di frutta matura, confettura, frutta quasi cotta.
Bella la bocca, elegante e pulito sul finale.
di ottima bevibilità.

Bricco Botti '00
Rubino intenso e brillante.
Al naso profumi vinosi, pomodoro, bacche rosse, lievi spezie.
gran bel naso, fine, elegante la marasca.
Buona acidità in bocca, un tannino elegante accompagna tutta la degustazione, setoso e ben intonato. Ottimo il cuore ed un finale da grande persistenza.

Bricco Botti '01
Dal colore rubino intenso e brillante.
Al naso ancora sentori eterei, ha da aprirsi ancora al 100%.
Polvere, e lievi note di frutta sotto spirito.
In bocca ancora una forte componente legnosa, bella bocca anche se ancora un pò scontrosa.
Da rivedere più in qua.

Una bellissima verticale con la quale vorrei far notare l'annata dalla quale siamo partiti, la '95, segno che questo vino prima di farsi capire in pieno ha bisogno di anni in bottiglia.

A presto... ;)

8 comments:

  1. però...questo Dolcetto...chi l'avrebbe detto...bella degu davvero

    ReplyDelete
  2. E ce ne sono ancora un bel pò da raccontare, ma non voglio annoiarvi, ve le so in pillole ogni tanto ;)

    ReplyDelete
  3. Ma a Dogliani avete visto in 3 giorni la luce del sole o vi siete rintanati solo a bere? Prima o poi ci faccio un salto nelle Langhe...

    ReplyDelete
  4. Vacci Ruben, ne vale la pena, parola di un Toscanaccio ;)

    ReplyDelete
  5. Bhé, almeno questa volta non abbiamo scritto in contemporanea, dai :-) gran bella verticale, al pari di quella di San Fereolo...

    ReplyDelete
  6. Sì verissimo! :D, anche quella di San Fereolo da paura però...

    ReplyDelete
  7. @Ruben, hanno succhiato come dei vampiri! :)) Vacci! Che le Langhe sono stupende!! Tutto il Piemonte è stupendo!!!

    ReplyDelete

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...