Thursday, November 25, 2010

Guado al Tasso '94, tra i due litiganti...

Ed ecco il vincitore della cena tutta toscana che ha visto i due sfidanti il Flaccianello della Pieve ed il Pergole Torte '01 scontrarsi a suon di degustazioni.
Ma il vero vincitore è stato a mio avviso un vino messo in tavola da un mio carissimo amico, un vino dimenticato in cantina che ha svelato grandissime sensazioni...
Un vino che in quel tempo era composto dal 60% di Cabernet e 40% Merlot.
Dal colore rosso porpora poco brillante, dai riflessi aranciati. Dal colore si percepisce subito l'anzianità di questa bottiglia, scarico che da la sensazione di un vino svanito.
Al naso invece è tutta un'altra storia. Bel naso, liquirizia, spezie, note eteree di lacche, frutta sotto spirito. Note terziarie, pellame. Note che si evolvono e danno spazio alle classiche note erbacee del Cabernet. Un fieno che si fa sempre più prorompente, gran bel frutto.
In bocca è un gran vino, elegante e si fa sentire immediatamente il taglio bolgherese.
Tannino elegante, forse una nota maderata ma molto lieve. Bel finale di bocca, pulito ed elegante, lunghissimo, verticale.

Un grande vino che raramente smentisce la sua nobiltà, e quando ti trovi davanti a questi vini di vecchie annate non devi fare altro che aprire tutti i sensi ed ascoltarlo con attenzione.

A presto... ;)

3 comments:

  1. una bella dimenticanza davvero :)

    ReplyDelete
  2. il mio Bolgheri Superiore preferito...

    ReplyDelete
  3. Si devo dire che è stato veramente un gioiello ritrovato... Inconfondibile bolgherese in bocca ma di grandissimo naso che ti fa spaziare e ti racconta tutti quei momenti, anno dopo anno passati in bottiglia.

    ReplyDelete

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...