Tuesday, December 7, 2010

Casa Caterina, il sovversivo del Franciacorta

Non capita spesso di trovare aziende che ti emozionano così.
Aziende praticamente sconosciute ma che hanno molto da raccontare. Aziende capaci di emozionarti davanti ad un calice e ti chiedi che cosa avrebbe in meno alle altre più blasonate in una degustazione alla cieca? Sicuramente in meno niente, ma in più, queste aziende, hanno molto...
Alla seconda serata organizzata dall'enoteca online Atto a Divenire in quel di Madame Rouge a Montelupo Fiorentino si è rasentata l'emozione estasiata di una ventina di partecipanti alla degustazione che a dire non convenzionale rischiamo di sminuire l'evento.
In realtà è stata la serata meno convenzionale alla quale ho partecipato negli ultimi tempi e della quale sono veramente orgoglioso, perché se questa serata esiste è un pizzico anche merito di Grappolo Rosso :).
Si sfiora l'inverosimile quando si mischia il reale al virtuale. Contatto che ha un unico comune denominatore, il far conoscere produttori e far avere esperienze che vanno ben oltre alle sensazioni guidate da comportamenti canonici che siamo soliti seguire durante una degustazione.
Nelle serate organizzate da Atto a Divenire non siamo soliti fare esami organolettici. In queste serate si raccontano soltanto emozioni e storie da raccontare impreziosite dai racconti di vita quotidiana di un vignaiolo che a parole sue spiega e fa capire lo sforzo che comporta fare vini del genere.
Casa Caterina, un'azienda che un tempo fu del consorzio del Franciacorta. Lasciato tempo fa il consorzio per divergenze decisionali su come e dove stava andando l'organizzazione, il buon Aurelio Del Bono, viticoltore proprietario di questa piccola azienda del bresciano, continua a fare i suoi vini.
Grandi vini da una longevita impressionante.
Vini che non ha senso racchiudere in questo unico post e che meritano un post per ogni bottiglia.
Dei vini bellissimi, semplicemente fantastici, che raccontati da Aurelio sono davvero capaci di raccontare un territorio bello e capace di avere delle potenzialità pari a quelle dello Champagne.
Prossimamente racconteremo vino per vino tutto il percorso emozionale che questa degustazione ci ha fatto conoscere.

Per il momento colgo l'occasione per complimentarmi con Atto a Divenire e con Madame Rouge che ha avuto il coraggio di intraprendere un percorso difficile ma che a lungo andare potrà fare la differenza.

A presto... ;)

2 comments:

  1. Saluto Vincenzo e mi riprometto di venire alla prossima degustazione.

    ReplyDelete
  2. D'altronde ATTOADIVENIRE.com è sinonimo di professionalità ed accurata selezione. Splendido evento :)

    ReplyDelete

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...