Thursday, December 30, 2010

PORTO Quinta do Infantado LBV 2004

Una persona dai gusti fini è quasi dovuto imbattersi su vini di questo tipo.
L'inviato non poteva altro che portare su Grappolo Rosso una bottiglia di questo genere...
A te la linea Alessandro!!!

Late Bottled Vintage 2004 Quinta do Infantado è il Porto che mi sono regalato per questo Natale (25 Euro in enoteca). Leggo nella retro etichetta: ” espressione del territorio unico di Gontelho, imbottigliato alla proprietà nel 2008, non filtrato..”. Mi rinfresco la memoria su questi vini fortificati che prendono il nome dalla città di Oporto nel nord del Portogallo, di antica tradizione e conosciuti a livello internazionale, ottenuti da uve Touriga, principalmente Nacional, coltivate sui terreni migliori di ardesia lungo le rive ripide del fiume Douro nel distretto vinicolo omonimo.
Questo Vinho do Porto, millesimato, da agricoltura rispettosa del territorio e della tradizione, si presenta scuro nel colore di bella tonalità rosso rubino vivido e consistente (giovane di quattro anni di botti e due di bottiglia).
Ciliegioso al primo naso, è intenso di frutta dolce a bacca rossa sotto spirito e mi ricorda tanto le caramelle Rossana; ruotandolo nel bicchiere escono aromi di mora di gelso, mandorla, cioccolato e sfumature eteree non molto intensi (senza averlo decantato). Frutto, estratto e tannini seducono già al primo sorso per equilibrio e setosità discreta; la beva è sottile e scorrevole che l’ alcol quasi non si avverte (19,5% x vol.), la bocca resta a lungo aromatizzata, piacevolmente fresca e abbastanza pulita. Non particolarmente complesso ma ottimo compagno dei pomeriggi passati a chiacchierare durante le feste, si presta ad abbinamenti, come prosegue nel retro etichetta: “con formaggi portoghesi come Serra e Serpa o i classici Roquefort e Stilton”, e perché no, allora, con formaggi nostrani più e meno stagionati ed erborinati e volendo con dei tocchetti di cioccolato fondente.

A presto... ;)

5 comments:

  1. Buoni regali vinosi a tutti!!! :-) Felice Anno Nuovo!!!!!!

    ReplyDelete
  2. il porto è sempre un bel bere

    ReplyDelete
  3. Grazie Ale per la tua degustazione. Il Porto secondo me è un vino poco consumato in Italia ma ci sono dei produttori, come questo, che fanno dei prodotti veramente interessanti.
    Alla prossima

    ReplyDelete
  4. Alla prossima e complimenti per la tua attenta selezione di vini. Grande!..hai messo anche la foto.

    ReplyDelete

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...