Tuesday, January 18, 2011

Sciamano ’07 Mattia Barzaghi

Tempo fa chiesi al nostro inviato quale vino del 2010 avrebbe consigliato ad un suo amico. Ecco che come regalo scrive questo post e consiglia un vino che nei prossimi anni crescerà.
A te la liena Alessandro!!!

Per la serie “i vini del mio quotidiano”, per la passione che ho e che mi piace condividere, questo di Mattia Barzaghi, in etichetta Sciamano 2007, è, tra i recenti nati bevuti, il Sangiovese che più mi ha colpito: un vino bello e vitale e vinoso da trasmettermi emozione pura e la voglia di riberlo.
Un vino al naturale da agricoltura biologica, vinificato in acciaio, non stabilizzato, non filtrato, affinato in botte piccola quanto basta. Risultato della determinazione di questo giovane produttore messa a punto durante la lunga permanenza nell’area di produzione di San Gimignano, territorio che lo ha fatto innamorare e trasferire dalla sua città natale Bergamo, accumulando esperienza a contatto con importanti realtà vitivinicole locali, dando a sua volta vita all’Azienda Agricola Zeta Project in quel di Castelvecchio di San Gimignano: - in una bellissima terra rossa immersa nel verde dei boschi del Caggio -, nel cuore della Toscana.

IGT di Sangiovese 100%, giovane da vigneti giovani, dal nome intrigante che
focalizza tutto il credo del produttore. Intensamente vibrante di personalità già dal colore quasi psichedelico rubino dai riflessi porpora che si lascia attraversare alla vista; e poi, materia e alcol a sottolineare una buona consistenza. I profumi sono nitidi, non eccedono, rispecchiano il varietale nei sentori di fiori di campo e frutta a bacca rossa integra più e meno dolce e fragrante con note terrose e speziate discrete a chiudere. Rotondo e saporito sin dal primo sorso, denota struttura ed equilibrio di buona fattura, un bel tannino che asciuga il palato. Colpisce l’intensità del frutto succoso unito alla ben espressa salinità-mineralità del terreno: a prevalenza sabbia e argilla. Ma ancor più lascia il segno la netta carica acida che ripulisce e rinfresca piacevolmente a lungo la bocca, caratteristica, questa, che fa si che lo si possa abbinare bene alla cucina toscana tradizionale e non, ma anche a piatti più elaborati.

www.mattiabarzaghi.com

A presto...

1 comment:

  1. davvero un buon vino complimenti!!!

    ReplyDelete

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...