Monday, February 21, 2011

Casavyc, una finestra nel mondo per la Maremma

La Maremma, la zona dove viene maggiormente vissuta quella toscanità che può essere chiamata "di altri tempi". La terra qua svolge un ruolo importante nella vita di chi vive questo territorio. Nei pressi di Scansano un'azienda sta cercando di far vivere questa terrenità con una chiave di lettura fresca ed internazionale...



Forse è proprio il frutto di questa terra ancora incontaminata che ha portato due Romani (de Roma :) a vivere e a creare un progetto che si vuol fare interprete internazionale di questa bellissima zona della toscana.
Casavyc, una mia onesta interpretazione dei loro prodotti mi ha fatto pensare che questa azienda ha veramente i numeri per raccontare la Maremma, in una chiave sicuramente più giovanile e svecchiata pur strizzando l'occhio a quella qualità che il vino può raggiungere in queste zone. Un'azienda che nasce e cresce all'insegna dei vini internazionali, il Syrah grande passione di casa, ne è la bandiera.
Interessanti i due Morellino degustati durante la serata organizzata da Atto a Divenire, un'anteprima '09 ed il Morellino di Scansano 070707 '08.
Quando si parla di internazionalità non si può tralasciare il Pinot, fine espressione di questo vino viene proposta da questa azienda con il loro P.No'.
Vini internazionali ma con chiari ed evidenti segnali di toscanità e territorialità.
Insomma una bella azienda con dei bei vini che racconterò nei prossimi giorni uno ad uno.
Una nuova serata firmata Atto a Divenire, interessante interpretazione di come raccontare il vino nell'era del 2.0.

A presto... ;)

3 comments:

  1. Davvero un bel post Jury complimenti, hai compreso a pieno l'anima di questa piccola azienda della Maremma.....

    ReplyDelete
  2. Credo sia importante dare voce a queste realtà, che fanno un lavoro eccellente pur uscendo certe volte da quei paletti che delimitano la tradizione.

    ReplyDelete
  3. interessante, da approfondire, per me.

    ReplyDelete

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...