Monday, March 14, 2011

Un Clochard a Fuori di Taste, uno Champagne col nome da barbone...

Proprio ieri pomeriggio ho partecipato all'evento Fuori di Taste in Piazza Tasso al circolo Aurora (Firenze) dove è andata in scena la serata scandalo per uno Champagne...

L'accostamento dello Champagne al nostro rigatino credo sia considerato un sacrilegio per tutti quelli che non lo hanno assaggiato.
Ma se vi dicessi che lo Champagne servitosi chiamava Clochard sono sicuro che molti di voi si strapperebbero i capelli dallo scandalo.
Ebbene sì, Le Clochard è un nuovo progetto, una provocazione, chiamare il più famoso dei vini con il nome Clochard non può che essere una provocazione.
Se poi pensiamo alla qualità di questa bollicina capiamo che è veramente una finezza questo accostamento insolito con i nostri affettati.
Un naso interessante, floreale e croccante, una leggera spezia, una bella mineralità.
In bocca è molto fine con un'acidità molto accentuata. Interessante sul finale, che a differenza delle altre prove da me assaggiate mi sembra molto più lungo.
Sicuramente di grande beva come si richiede ad una bollicina di questo tipo.

Segue il commento di Andrea Gori e dell'ideatore di questo progetto:

Che dire, grande trovata e bel progetto, credo che sentirete nuovamente parlare di questa bottiglia.

A presto... ;)

2 comments:

  1. L'ideatore mi fa schiantare !

    ReplyDelete
  2. Lui o il termine? :)
    comunque sia è veramente l'ideatore, è un bel progetto, simpatico. Mi fa ricordare un altro suo progetto dove comprando la bottiglia affittavi un vigneto, come si chiamava la bottiglia, Monopoli?
    Geniale...

    ReplyDelete

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...