Saturday, August 13, 2011

Le bevute sotto l'ombrellone

Ormai si avvicina Ferragosto ed è tempo di pensare a cosa bere sotto l'ombrellone.
Proviamo a buttar giù una lista di vini che potrebbero risolvere qualche imbarazzo di fronte ad uno scaffale, aiutando così i lettori a fare bevute intelligenti nelle giornate di Mare, o di Montagna, a seconda della meta di vacanza di ognuno di noi...

Potremmo banalizzare con una bollicina, ed infatti lo faremo :), la bollicina è sicuramente la bevuta da fare specie se al mare. Ormai è un cult riempire i calici di Champagne e accompagnare la festa a suon di bolle. Per non incombere sempre nelle solite bottiglie consigliamo di dirigersi all'enoteca della località e chiedere se hanno qualche Champagne e perché no, qualche Franciacorta.
Noi consigliamo di cercare i seguenti vini:
Se ti vuoi divertire con una bella bollicina, non banale ma sicuramente superiore a molti Franciacorta che puoi trovare in giro, puoi soltanto prendere un bel Mosnel, magari il Qde, se sei fortunato, e perché no, magari una bella magnum per far felici anche i vicini di ombrellone. Assaggiammo tempo fa la '98 ed era veramente da impazzire!
Vuoi fare invece il super ricercato ma rimanere sempre fedele al Made in Italy? Bhé in questo caso forse la bolla che fa per te è una cuveé 60 blanc de blancs di Casa Caterina.
Se invece ti vuoi buttare, su bolla italiana inconsueta e sconociuta ai più è forse bene dirigersi verso Alto Adige, dove potremmo trovare un bel Pinot Bianco Alto Adige Brut Kettmeir.

Andando oltralpe invece potrebbe essere interessante e divertente non cadere nelle solite banalità da locale notturno, e cercare di bere qualcosa di diverso.
Da consigliare sicuramente è un bell' Emanuel Brochet Le mon Benoit.
Per chi cerca la vera finezza è sicuramente da cercare Jean Vesselle con il suo Oeil de Perdix oppure un bel Cuveé Louis Tarlant.

Se invece non volete una bollicina ma vi volete rilassare e divertirvi con una bottiglia a mio avviso veramente divertente, non possiamo che passare ad un Sorriso, il rosato di Mattia Barzaghi e farsi coccolare dai profumi intensi di questo vino veramente simpatico e che sta diventando anche interessante.
Detto questo, tutti i vini di Mattia comunque fanno al caso nostro, c'è chi addirittura utilizza la Vernaccia per fare i cocktail quindi il party può iniziare :).
Interessante è anche il Timorasso Brezza del Mare, dentro si sente davvero la freschezza di un'alba in riva al mare.

Tornando un pò sulle bolle, perché allora non provare con un bel Prosecco Sur Lie di Carolina Luna Gatti?
Volete un bel bianco profumato? allora quello che fa per voi è un bel Gewustraminer e Riesling, ovvero il Coste del Riavolo di Nicoletta Bocca dell'azienda San Fereolo.
Oppure scendendo un pò potremmo andare a prendere qualche Fiano del grande Ciro Picariello.
E il grandissimo Moscato D'Asti di Ca d' Gal dove lo mettiamo? Mi raccomando se Moscato deve essere, quello di Alessandro Boido è il migliore e guai se lo pensate soltanto come vino da fine pasto, come dimostra questa verticale il moscato di Alessandro è molto di più.
...Ma perché no!, anche un bel Kerner non sarebbe male...


Passando invece ai Rossi, ricordiamoci che i rossi d'estate li possiamo anche un pò raffreddare e berli a temperature più basse del solito, 3 - 4 gradi meno, non fanno male anzi, rendono il vino meno tannico e abbassano l'acidità, quindi un vino piacevole anche a 30 gradi.
Potremmo buttarci in Sicilia su un bell' Erse di Tenuta di Fessina oppure un buon Morellino di Casavyc 070707. Oppure un bel Pinot di Macea.

Insomma, qualche consiglio su cosa bere sotto l'ombrellone c'è, adesso sta a voi godervi le vacanze, con amici e famiglia, tenendo sempre in alto i calici :)

Buon Ferragosto da Grappolo Rosso.

A presto...

No comments:

Post a Comment

Contribuisci ad arricchire la discussione, lascia un commento...